come aprire un autolavaggio by Elettrowash.it

COME APRIRE UN AUTOLAVAGGIO A TUNNEL, PORTALE, PISTE...

SCELTA del LUOGO

Solitamente deve trattarsi di una zona abbastanza trafficata onde permettere una buona visibilità, sono da preferire la vicinanza con distributori di carburante, agenzie rent car, autosaloni, o altre location di questo tipo. Bisogna poi tener conto della possibilità di poter emettere rumori oltre la soglia consentita soprattutto nella fase di asciugatura in particolari vicinanze con centri abitati, non ultimo la possibilità di poter usufruire smaltire le acque di scarico. Esistono 4 differenti tipi di soluzioni:

1) Acquisto del terreno.
2) Affitto del terreno.
3) Affitto di un impianto autolavaggio preesistente.
4) Acquisto di un impianto autolavaggio preesistente.

VERIFICA IMPATTO ACUSTICO

Se come di norma si utilizzano motori elettrici (soprattutto per la fase di asciugatura e aspirazione), con potenza superiore a 0,5hp, occorre un' autorizzazione corredata della documentazione di impatto acustico redatta da un tecnico iscritto all'albo regionale.


AUTORIZZAZIONI

Stiamo elaborando una descrizione quanto più accurata possibile sulle autorizazioni necessarie....
....
....


IMPIANTO DI RICICLO

Da non dimenticare che il Decreto Legislativo 152 del 2006 prevede un regolare impianto di depurazione delle acque reflue ed un riciclo dell'acqua utilizzata in modo da contenere costi e sprechi...


SCELTA della MARCA

Sul territorio Italiano esistono diverse marche di impianti autolavaggio che possono soddisfare la scelta dell'acquirente, alcune specializzate su impianti a piste, altre su portali e tunnel, è comunque utile affidarsi alle marche più conosciute per diversi motivi: 1)Impianti aggiornati tecnicamente; 2) Riduzione dei consumi; 3) Affidabilità; 4) Ultimo ma non meno importante la presenza duratura nel tempo di un'officina autorizzata dalla casa costruttrice, direttamente affiliata o parte integrante di quella commerciale dal quale viene acquistato l'impianto. E' infatti vero che alcuni clienti dopo aver acquistato un impianto a prezzo scontatissimo, nel momento di un eventuale anomalia restano fermi per troppi giorni in attesa di un intervento tecnico.


COSTI e RICAVI

Stiamo elaborando una descrizione quanto più accurata possibile...



ACCESSORI...

Accessori

In questo caso per quanto riguarda gli accessori è necessario prendere visione della parte adibita alla preparazione e alla finitura del veicolo, al traffico generato dall'impianto di autolavaggio, e allo spazio rimanente disponibile sia in entrata che in uscita dell'impianto stesso.
Se come di norma si utilizzano motori elettrici (soprattutto di aspirazione), con potenza superiore a 0,5hp, occorre un' autorizzazione corredata della documentazione di impatto acustico redatta da un tecnico iscritto all'albo regionale.
Sul territorio Italiano esistono diverse marche di accessori per autolavaggi che possono soddisfare la scelta dell'acquirente (aspiratori, distributori di prodotti, erogatori di profumi, sanificatori, battitappeti, lavandini, strizzapelli, cambiamonete, ecc...), alcune specializzate su accessori elettrici/elettronici, altri in quelli genericamente meccanici/idraulici, è comunque utile affidarsi alle marche più conosciute per diversi motivi:1) Impianti aggiornati tecnicamente; 2) Riduzione dei consumi; 3) Affidabilità; 4) Ultimo ma non meno importante la presenza duratura nel tempo di un'officina autorizzata dalla casa costruttrice, direttamente affiliata o parte integrante di quella commerciale dal quale viene acquistato l'impianto. E' infatti vero che alcuni clienti dopo aver acquistato un impianto a prezzo scontatissimo, nel momento di un eventuale anomalia restano fermi per troppi giorni in attesa di un intervento tecnico.



ATTENZIONE: Le informazioni scritte in questa pagina possono subire variazioni. Tali informazioni sono puramente indicative e non ci riteniamo responsabili circa il loro utilizzo che va verificato presso gli enti competenti presposti.

449 pagine viste e 449 accessi unici dal 01/02/2017